Seleziona una pagina

Conakry

Conakry, Guinea

Repubblica di Guinea

A Proposito di Altri Mondi è impegnata in Africa per il miglioramento dell’accesso ai servizi sanitari e la lotta all’emarginazione sociale.

Nel settembre 2012 abbiamo ottenuto il riconoscimento come ONG dal Ministero della Decentralizzazione della Repubblica di Guinea. In Repubblica di Guinea APDAM è stata attiva dal 2011 al 2013. Ha realizzato il progetto Crescere Bene a Kissidougou e un intervento nel Poste de Santé di Lélah e un viaggio di conoscenza nel luglio 2013, a Brouadou (piccolo villaggio all’interno della Prefettura di Kissidougou).

Contesto

La Repubblica di Guinea, con capitale Conakry e una superficie pari a due terzi dell’Italia, è una Repubblica semi-presidenziale retta dal Professore Alpha Condé eletto democraticamente nel novembre 2010 con elezioni a suffragio generale.

Dopo l’indipendenza (2/10/1958), sono susseguiti anni di difficile governabilità e democrazia che sono terminati in una profonda crisi economica, politica e sociale. Tra il 2008 e il 2010, le condizioni del Paese si sono ulteriormente aggravate. In una situazione di precarietà di risorse, la crisi globale ha irrigidito tutto per via dell’aumento dei prezzi di cibo e carburante. La decrescita economica e sociale ha favorito l’aumento dell’inflazione a valori record peggiorando le condizioni di vita e aumentando la fetta di popolazione al di sotto della soglia di povertà.

La Repubblica di Guinea ha un Indice di Sviluppo Umano tra i più bassi al mondo (pari a 0,344, 178esimo posto su 187), ma la nuova governance del Paese, dal novembre 2010, sta innescando un processo di democratizzazione e crescita che vede dare nuovo vigore ad alcuni documenti strategici di rilevante importanza come il “Plan National de Développement Sanitaire 2005 –2014” (PNDS) e il “Document De Strategie de Reduction de la Pauvrete 2007-2010 (DSRP2)”, oltre all’elaborazione di nuovi programmi come il “Plan Quinquennal de Developpement Socio-Economique 2011-2015 (PQDSE)” e il “Programme d’Intervention en faveur des Personnes Handicapees en Guinee (PIPHG)” che hanno favorito l’aumento di investitori stranieri come l’UE, gli Stati Uniti d’America e il Giappone.

La Guinea si sta mettendo al passo con il resto dei Paesi africani che registrano una crescita media del PIL pari al 5,7%, in netto contrasto con la decrescita del mondo occidentale. Da un punto di vista economico la Guinea è basata sul liberalismo economico adottato nel 1985. Il reddito pro-capite, al 2011, è di 407 $ e con un tasso di povertà del 57%. Il programma di investimenti pubblici (PIP) 2012-2014 (componente del PQDSE) prevede un volume d’investimenti pari a 4.900 miliardi GNF (54% dalla Banca Nazionale di Sviluppo (BND) e 46% da partner tecnici e finanziari). Il 18% delle risorse pubbliche sarà investito nello sviluppo rurale e sviluppo dei settori sociali. Le attività produttive si concentrano principalmente nel settore agricolo (sussistenza e poco diversificazione) ma anche nel minerario (Il Paese ha il 30% delle riserve mondiali di bauxite. La strategia di sviluppo del PQDSE si basa sulla graduale ripresa dell’attività di diversificazione economica delle fonti di produzione e sulla consapevolezza che una forte crescita sarà stimolata da una dinamismo di tutti i settori primario, secondario e terziario. Il tasso di crescita del PIL previsto è al 6,1% medio annuo nel corso del PQDSE.

Fornitura di medicinali al Poste de Santé di Lélah

Lélah è un piccolo villaggio situato all’interno della Sub-Prefettura di Beindou nel territorio di Kissidougou, Regione di Faranah. All’interno del villaggio è funzionante un solo pozzo che serve tutto il villaggio, manca l’acqua corrente e l’elettricità. È presente un Poste de Santé di nuova costruzione ma è completamente sfornito di medicinali e attrezzature medicali. Al suo interno, lavora un solo infermiere, tre agenti di salute comunitaria e undici matrone. Lo staff non è pagato. Importanti i problemi sanitari derivanti dalle patologie a trasmissione oro-fecale (scarse infatti le norme igienico-sanitarie e comune la pratica della defecazione all’aperto per via della mancanza di latrine con rischio di contaminazione delle acque) e dovute alla malnutrizione.

Vai al progetto

Tutela dei diritti, crescita e re-inserimento sociale degli ospiti dell’orfanotrofio Kokendè Wiya di Limania – Kissidougou

L’orfanotrofio sorge nel quartiere Limania a pochi chilometri dal centro cittadino. Si inserisce in un contesto povero come del resto la gran parte della città. L’orfanotrofio nasce nel 1984 da un’idea di Marie Simone Camara, una donna che in seguito all’improvvisa morte dei suoi tre figli, inizia ad occuparsi di Charles Joseph, un piccolo orfanello.

Nel 2011, la struttura (composta due dormitori, un magazzino adibito a cucina, una tettoia per i momenti di ricreazione all’aperto, due docce, tre latrine) era in pessimo stato di manutenzione e scarsa igiene. In ogni edificio la mancanza di una controsoffittatura e il tetto, di sola lamiera, rendevano le condizioni abitative molto difficili per il caldo causato dal surriscaldamento durante il giorno. Non c’era elettricità e l’acqua corrente non era sempre garantita.

Tra le attività dell’orfanotrofio figuravano la scolarizzazione, l’educazione agricola e della gestione della casa. Non esistevano progetti di vita specifici per ospite e in conseguenza si verificava un difficile reinserimento sociale.

Dal punto di vista sanitario, le malattie più ricorrenti erano malnutrizione, malaria e malattie gastroenteriche di varia natura (principalmente parassitosi). Tra tutti gli ospiti spicca una bambina con importante disabilità (probabilmente affetta da spina bifida).

Vai al progetto
Bandiera Guinea

Lingua ufficiale
Francese
Capitale
Conakry (1.667.864[1] ab. / 2014)
Forma di governo
Repubblica semipresidenziale
Presidente
Alpha Condé
Primo ministro
Mohamed Said Fofana
Indipendenza
Dalla Francia, 2 ottobre 1958
Superficie Totale
245.857 km² (75º)
Popolazione Totale
10.628.972[2]ab. (2014) (83º)
Popolazione Densità
44 ab./km²
Confini
Guinea-Bissau, Senegal,Mali, Costa d’Avorio,Liberia, Sierra Leone
Valuta
Franco guineano
PIL (nominale)
5 632[4] milioni di $ (2012) (148º)
PIL pro capite(nominale)
519 $ (2012) (176º)
PIL (PPA)
12 040 milioni di $ (2012) (144º)
PIL pro capite(PPA)
1 109 $ (2012) (174º)
ISU (2011)
0,344 (basso) (178º)
Fecondità
5,2 (2011)[5]
Fonte UNDP – Fonte CIA – Fonte UNICEF and World Health Organization Joint Monitoring Programme for Water Supply and Sanitation 2012

Tutti i nostri progetti in Repubblica di Guinea

Apdam - Logo
Share This