Seleziona una pagina

Orfanotrofio Kokendè Wiya

 

Tutela dei diritti, crescita e re-inserimento sociale degli ospiti dell’orfanotrofio Kokendè Wiya

Contesto

L’orfanotrofio sorge nel quartiere Limania a pochi chilometri dal centro cittadino. S’inserisce in un contesto povero come del resto la gran parte della città. L’orfanotrofio nasce nel 1984 da un’idea di Marie Simone Camara, una donna che in seguito all’improvvisa morte dei suoi tre figli, inizia ad occuparsi di Charles Joseph, un piccolo orfanello.

Nel 2011, la struttura (composta da due dormitori, un magazzino adibito a cucina, una tettoia per i momenti di ricreazione all’aperto, due docce, tre latrine) era in pessimo stato di manutenzione e scarsa igiene. In ogni edificio la mancanza di una controsoffittatura e il tetto, di sola lamiera, rendevano le condizioni abitative molto difficili per il caldo causato dal surriscaldamento durante il giorno. Non c’era elettricità e l’acqua corrente non era sempre garantita.

Tra le attività dell’orfanotrofio figuravano la scolarizzazione, l’educazione agricola e della gestione della casa. Non esistevano progetti di vita specifici per ospite e in conseguenza si verificava un difficile reinserimento sociale.
Dal punto di vista sanitario, le malattie più ricorrenti erano malnutrizione, malaria e malattie gastroenteriche di varia natura (principalmente parassitosi). Tra tutti gli ospiti spicca una bambina con importante disabilità (probabilmente affetta da spina bifida).

Obiettivo

Migliorare le condizioni di vita degli ospiti dell’orfanotrofio di Kolkende Wiya di Kissidougou.

Strategie, materiali e metodi

  • Favorire il miglioramento strutturale dell'orfanotrofio;
  • Contribuire all'approvigionamento di generi alimentari per i bambini ospiti.

Risultati del progetto

Interventi strutturali:
  • Costruzione dei sistemi igienico-sanitari (sono state istallate 3 doccie e costruite 4 nuove latrine);
  • installate le zanzariere a tutte le finestre del dormitorio principale per evitare la diffusione di malaria;
  • costruito uno stendibiancheria;
  • ricostruito il tetto del dormitorio minore.
Interventi sulla malnutrizione:
  • fornitura di generi alimentari ai 42 ospiti dell’orfanotrofio.
Approvvigionamento materiale di uso quotidiano e per le attività di scolarizzazione:
  • materiale scolastico (biro, quaderni, matite, etc);
  • vestiario
Creazione di una relazione collaborativa con il responsabile dei servizi sociali della Prefettura di Kissidougou.
Avvio di una collaborazione con un’azienda agricola locale per favorire il sostegno alimentare dell’orfanotrofio e l’inserimento lavorativo degli ospiti più grandi.
Apdam - Logo
Share This