LOTTA ALLA MALNUTRIZIONE INFANTILE SU BASE COMUNITARIA A KIMBANSEKE 

COSA 

Ridurre la malnutrizione infantile in linea con il Piano di Sviluppo Sanitario Nazionale

QUANDO 

2019 – in corso 

DOVE 

Zone de Santé di Kingasani e di BiyelaKinshasa, Repubblica Democratica del Congo.

La Repubblica Democratica del Congo, nonostante abbia un elevato potenziale economico, è classificata come Paese a basso reddito e con insufficiente produzione alimentare. Circa il 70% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà e il 43% dei bambini sotto i cinque anni soffre di malnutrizione cronica. In un anno, il numero di casi attesi di malnutrizione acuta grave è stimato intorno ai due milioni di bambini (fonte: MICS, 2010). L’area comprendente le Zone de Santé di Kingasani e di Biyela presenta un tasso di malnutrizione cronica tra i più elevati della città, ossia superiore al 35%.

COME

Urgenza – Transizione – Sviluppo.

Urgenza: Rafforzamento, in tutte le sue forme, dei sistemi di presa in carico della malnutrizione, mediante il potenziamento delle strutture sanitarie, la formazione del personale sanitario e la sperimentazione di nuovi alimenti terapeutici.

Transizione: Educare alla conoscenza e, quindi, alla prevenzione del fenomeno (pianificazione familiare, primi mille giorni di vita del bambino, nutrizione in gravidanza, allattamento esclusivo al seno per i primi sei mesi di vita, igiene, rotazione alimentare, buone pratiche igienico-sanitarie, salubrità degli ambienti e riconoscimento precoce degli stati a rischio) le stesse comunità di base.

Sviluppo: Rafforzamento della sicurezza alimentare, promozione del microcredito e di attività generatrici di reddito, disseminazione delle pratiche innovative e promozione di politiche di protezione sociale, avvio di cooperative di comunità.

 

LA ZEINATA

Grazie al lavoro di APDAM e alla collaborazione con i professionisti congolesi, siamo riusciti ad introdurre, nella fase di primo intervento, un innovativo alimento terapeutico a base di prodotti locali. Tale preparato ha la forma alimentare di una farina ed è costituito da mais, chenilles (bruchi), olio vegetale, zucchero, sale e spirogyra (un’alga ricca di sali minerali e vitamine che cresce naturalmente nel fiume Congo). La farina così prodotta è stata nominata Zeinata* e risulta essere ricca di nutrienti e micronutrienti necessari alla cura dei bambini affetti da malnutrizione.

Finanziato da 8×1000 cei (Comitato per gli Interventi Caritativi per il Terzo Mondo) – 8×1000 irpef (Presidenza del Consiglio dei Ministri)

Apdam - Logo
Share This